Skip to main content

Tag: diversity

Grazie a tutte, grazie a tutti!

Grande partecipazione ed entusiasmo per Girls Tech 2020. Il mondo dell’innovazione tecnologica contro la disparità di genere quest’anno ha deciso di rinnovare il suo impegno e di creare un evento ancora più ricco e denso di contenuti e esperienze. Nella seconda edizione che si è tenuta presso il Talent Garden di Torino (Fondazione Agnelli, 11 febbraio 2020) abbiamo ascoltato sei testimonianze di donne straordinarie volte a ispirare le future generazioni per un futuro senza differenza di genere.

Paola Scarpa (Google), Ella Marciello (Ribelli), Livia Iacolare (Facebook), Erika Perez (Exar Social Value Solutions), Elena Ramondetti (Banco Azzoaglio) e Marta Regge (“Webmater”) hanno affrontato con maestria il tema del pregiudizio e della disparità tra donna e uomo, soprattutto in ambito STEM. Grazie dal team di Synesthesia, agli speaker, agli sponsor, a Torino Digital Days…. E a tutte le donne e uomini che hanno partecipato alla seconda edizione. Il percorso è ancora lungo e ne siamo consapevoli, ma Girls Tech serve proprio a questo: accorciare i tempi, diminuire le distanze e diffondere buone pratiche.

Grazie a tutti. A presto con le novità di Girls Tech! 

Guarda il video:

Katie De Paoli: Il gender gap si combatte con azioni concrete

KATIE_DeltatreCredo fortemente nell’importanza di creare un ambiente davvero inclusivo e accogliente. 

Combattere il gender gap è un impegno vero, qualcosa in cui credere profondamente con azioni concrete. 

Tutto questo deve diventare un obiettivo per ogni azienda e non qualcosa che si deve fare perché lo fanno tutti o perchè tutti ne parlano.

Per poter accogliere e coltivare talenti, per crescere e migliorare la performance aziendale è fondamentale creare e favorire la creazione un ambiente di lavoro in cui ogni singolo individuo si senta davvero libero e sicuro di poter essere completamente se stesso. Ognuno ha il diritto di essere valorizzato e incoraggiato per ciò che è.

Assumere donne che ricoprano ruoli di leadership non basta a colmare il gender gap. Bisogna pensare all’azienda nella sua interezza, fare in modo che davvero tutti abbiano le stesse opportunità di crescita e di inserimento nell’azienda in base al puro talento e contributo che portano e niente altro. Bisogna investire in comunicazione effettiva, in programmi di mentoring che supportino i dipendenti ad accettare e promuovere la diversità, perché ascoltare tutte le voci al tavolo permette a tutti di crescere e migliorare e di essere davvero innovativi e creativi. 

Fin dalla nascita siamo gettati all’interno di contesti culturali dove regnano pregiudizi che sembrano essere più forti di qualunque cosa.
Riconoscere questi pregiudizi e fare in modo che queste idee che ereditiamo non guidino le nostre future scelte è oggi il nostro obiettivo più grande.

(Katie De Paoli, Head of Inclusion and Diversity at Deltatre)